Eventi e rassegne

Il Cinema Mignon di Mantova, accanto alla normale programmazione di film in prima visione, propone rassegne tematiche ed eventi speciali. Si tratta di iniziative particolari realizzate spesso in collaborazione con associazioni, enti, circoli culturali, con speciali modalità di accesso!

 

Sabina Guzzanti al Mignon

Viva-striscione-copia.jpg

Il cinema Mignon è lieto di proporre VIVA ZAPATERO, il documentario satirico evento del 62° Festival del Cinema di Venezia, con la partecipazione, veramente straordinaria, di Sabina Guzzanti che lunedì 24 Ottobre incontrerà il pubblico presente in sala.

 

UNA DONNA, MILLE VOLTI

Da tempo riconosciuta come una delle stelle della comicità e della satira, Sabina Guzzanti è nata il 25 Luglio 1963 a Roma, dove si è diplomata all'Accademia di Arte Drammatica. Figlia maggiore di un autorevole commentatore politico e giornalista, Paolo Guzzanti (nipote a sua volta di un potente medico che è stato ministro nel governo Dini), l'attrice si è sempre schierata proprio dalla parte avversa a quella del padre che, dopo un periodo di militanza nella sinistra, ora si riconosce nello schieramento di centro-destra.

Nella sua carriera televisiva ha creato personaggi memorabili attraverso l'uso sapiente e camaleontico della parodia. Nel 1988 partecipa al programma "La TV delle ragazze", per poi imporsi in una serie di varietà dello stesso tipo ("Scusate l'interruzione", "Tunnel" e"Avanzi"). Fra le sue più riuscite e memorabili imitazioni ricordiamo quella della pornodiva Moana Pozzi, di Massimo D’Alema e di Silvio Berlusconi diventate dei veri e propri tormentoni.

Arriva al cinema grazie a Giuseppe Bertolucci che la vuole per il suo film "I cammelli"(1988). Tra i due si instaura un’ ottima affinità e in seguito girano anche "Troppo sole"(1994), una virtuosistica performance in cui l'attrice impersona praticamente tutti i ruoli previsti dalla sceneggiatura. Il film seguente è "Cuba Libre-Velocipidi ai tropici"(1996), interamente su soggetto di David Riondino. Nel 1998 passa dietro la macchina da presa e gira il cortometraggio “Donna selvaggia” cui segue, nel 2002, il suo primo lungometraggio “Bimba, è clonata una stella”.

Sabina si è cimentata anche con il teatro, suo eterno ed inossidabile amore fin dagli inizi della carriera. E’ tornata prepotentemente alla ribalta grazie al connubio artistico col fratello Corrado e con Serena Dandini mettendosi in gioco dal vivo nello spettacolo "Recital", in cui propone personaggi noti e meno noti come la poetessa, la scrittrice, la suora, la svampitissima Valeria Marini o Irene Pivetti.

Del 2003 è la nota vicenda televisiva da cui “Viva Zapatero”.

Guzzanti.jpg

vedi la scheda del film in formato pdf